Viaggio fra storia, arte e gastronomia da Piazza della Rocca a Piazza San Faustino

Viaggio fra storia, arte e gastronomia da Piazza della Rocca a Piazza San Faustino

Piazza della Rocca e Piazza San Faustino, oltre 2000 anni di storia e arte racchiusi in un raggio di 300 metri. Un viaggio che parte dagli etruschi, grazie ai numerosi reperti custoditi al Museo Nazionale  Etrusco Rocca Albornoz.

La prima tappa del tour inizia proprio dalla visita di questo straordinario museo, uno scrigno di storia antica. Tra i tanti reperti storici spiccano un’originale biga etrusca.

Terminata la visita del museo potrete godervi un po’ di relax nel cuore di piazza della Rocca, e magari scattare qualche foto alla bellissima fontana di piazza della Rocca che domina il paesaggio. La bellezza delle sue forme, e l’accuratezza delle sculture, arrivano dalla mano del Vignola.

Per deliziare la vostra pausa vi consigliamo di assaggiare i dolci tipici viterbesi, che potrete trovare nei negozi attorno alla piazza. Dalle ciambelline, all’anice o al vino, fino ai tozzetti, passando per un vasto assortimento di dolci a base di nocciole, miele e cacao. Le nocciole ed il miele, prodotti tipici locali, da sempre conquistano i cuori dei turisti.

Per un pranzo, o una cena, avrete a disposizione negozi per acquistare un panino veloce, a base di salumi della Tuscia, oppure pizzerie e ristorantini per assaggiare piatti della tradizione viterbese.

Dopo una pausa relax, a pochi metri da piazza della Rocca, approfittate per visitare la Chiesa di San Francesco alla Rocca. Risalente al 1236, tra gli elementi più caratteristici è presente, sull’angolo destro della chiesa, un pulpito eretto in memoria della predicazione di San Bernardino a Viterbo.

Passeggiando per pochi metri arriverete a piazza San Faustino, dove potrete godere della vista di un’altra bella e antica fontana di San Faustino. Realizzata intorno al 1250, risulta in posizione decentrata rispetto al centro della piazza. La sua costruzione, secondo le testimonianze storiche, fu finanziata dagli abitanti della contrada, al fine di avere a disposizione una fontana dove attingere acqua per l’uso domestico.

Se passate a piazza San Faustino di mattina (tranne il lunedì) troverete la zona allestita con banchi di frutta e verdura ed un mercato che conserva ancora il fascino del passato. Approfittate per acquistare prodotti locali a km zero, e non lasciatevi scappare i legumi e le patate dell’alta Tuscia.