Palazzo Donna Olimpia

Palazzo Donna Olimpia

C’è una storia che merita di essere raccontata, è quella che riguarda il Palazzo di Donna Olimpia. Situato accanto a Porta San Pietro, uno dei varchi più antichi che si aprono nelle Mura cittadine, si erge questo monumentale fabbricato.

I partiti murari della massiccia costruzione raccontano le vicissitudini architettoniche che, a più riprese, sono succedute nel corso del tempo, parallelamente al mutamento di destinazione d’uso dello stabile.

La storia del palazzo inizia nel XIII secolo, quando fu eretto per divenire la sede dei monaci cistercensi di San Martino al Cimino e, come tale, era anche noto come Palazzo dell’Abate.

I cistercensi furono presenti a Viterbo sia nella compagine maschile che in quella femminile: i monaci, insediati nel complesso di San Martino al Cimino, abitarono nel palazzo presso Porta San Pietro, mentre le monache di clausura risiedevano nel convento di Santa Maria del Paradiso.

Le componenti duecentesche del grande palazzo dell’Abate, impostato su una pianta irregolare, sono più evidenti nel rigido apparato murario in conci di peperino del lato merlato addossato alla porta, di cui sono superstiti le due bifore con lunetta traforata.

L’edificio andò successivamente incontro ad alcune modifiche. Nel 1500 il cardinale Francesco Piccolomini, dopo essere divenuto commendatario dell’Abbazia di San Martino, prese possesso dell’antica residenza viterbese e la fece opportunamente restaurare. Poco dopo ne promosse l’ampliamento, con l’aggiunta di un corpo di fabbrica esterno alle mura urbane e ad esse inglobato, innestato obliquamente al preesistente.

Nel 1654 Donna Olimpia ricevette dal cognato, papa Innocenzo X Pamphili, il titolo di principessa di San Martino, entrando poi in possesso del palazzo viterbese. Successivamente il fabbricato originario fu prolungato fino a chiudere la circonvallazione interna ed unito alle case di via San Pietro.

Altro dal sito...

Cesare Bocci e Tiziana Foschi, Pesce d’aprile – Teatro dell’Unione

Sabato 12 Gennaio, ore 21.00 Teatro dell’Unione di Viterbo CESARE BOCCI e TIZIANA FOSCHI PESCE D’APRILE Regia Cesare …

Programma Settembre Viterbese

18 Agosto/15 Settembre Sagome di Rossana Borzelli Spazio pensilina, piazza del Sacrario 23/24 Agosto – 20:00 Cena insieme… …

XIII Notte Europea della Civetta

2 marzo 2019 – Grotte Santo Stefano (VT) “La Notte della Civetta è un evento nato nel1 995 in Francia, da un’idea …

Caprarola – Sabato del villaggio

Nuovo appuntamento, per il 16 febbraio (ore 16,30) , del SABATO DEL VILLAGGIO, questa volta dedicato alla GIORNATA DEL RICORDO …

Il Caffeina Christmas Village è aperto dal 23 novembre 2018 al 6 gennaio 2019

Con un biglietto sarà possibile accedere a tutte le attrazioni per una sola volta. Nel caso in cui non si visitassero tutte …

Santa Rosa, una storia vera – Mostra didattica

In mostra alla sala Anselmi dal 28 Agosto al 5 Settembre Una mostra didattica dedicata interamente alla figura di Santa Rosa …

“Il cammino dei Papi: dalla rocca dei Papi alla città dei Papi lungo la via francigena”

Montefiascone – Lidio Crescentini illustra la manifestazione in programma il 26 agosto sulla via Francigena 26 AGOSTO …

26 Dicembre a Vignanello, l’originale Tombola Vivente

Tutto pronto, a Vignanello, per l’originale Tombola Vivente 26 dicembre, ore 16.00 – Vignanello (VT)   Tutto pronto, …

Raccolta di giocattoli

Fino al 15 Dicembre, all’iDO Store Viterbo, raccolta di giocattoli per i bambini dell’emporio solidale “I care”. …