Museo degli ex-voto presso la Basilica di Santa Maria della Quercia

Museo degli ex-voto presso la Basilica di Santa Maria della Quercia

Un tesoro nel tesoro: all’interno dell’incantevole Basilica di Santa Maria della Quercia viene custodito il Museo degli ex voto. Una raccolta suggestiva che guida il visitatore attraverso un viaggio storico e religioso senza paragoni. La ricca esposizione di ex voto è costituita da ben 206 tavole antiche, dipinte tra il XV e il XVIII secolo, e rappresenta la più grande collezione del viterbese. Ad arricchire ulteriormente il tesoro una caratteristica raccolta di paramenti sacri di varie epoche, vasi e bolle pontificie.

Una delle pietre preziose di questo tesoro è rappresentato dal vessillo della battaglia di Lepanto, una bandiera risalente al 1571, portato alla Basilica all’indomani della vittoria sui turchi dal capitano della flotta cristiana Giovanni d’Austria, figlio dell’imperatore Carlo V.

Il Museo degli ex voto, inaugurato nel 1978, si trova all’interno della Basilica, in una sala chiamata il Chiostro delle donne.

Entrando all’interno di questo luogo suggestivo lo sguardo del visitatore viene catturato da tantissimi elementi dall’alto valore artistico. Le pareti del Museo raccolgono le preziose testimonianze storiche: la zona di destra è quella che attira maggiormente l’attenzione poiché custodisce le tavolette votive dedicate alla Madonna della Quercia. Scene di miracoli, guarigioni, attimi di preghiere e devozione, rivolti alla Madonna della Quercia, si susseguono ed emozionano il turista.
Delle 206 tavolette presenti nel Museo, la maggior parte sono dei secoli XVI e XVII; 15 sono della fine del XV secolo, 21 del XVIII e 4 della prima metà del XIX secolo.
Nel Museo, infine, potrete ammirare antiche pergamene con lettere di Pontefici, paramenti sacri ed ex voto in argento raffiguranti personaggi miracolati dalla Madonna della Quercia.