Le opere di Sebastiano del Piombo

Le opere di Sebastiano del Piombo

L’arte e la pittura sono le vostre passioni? Allora non perdetevi le suggestive opere di Sebastiano del Piombo che troverete al Museo Civico di Viterbo.

La città di Viterbo ha la fortuna di custodire due delle più importanti opere d’arte del celebre pittore: La pietà e La flagellazione di Cristo. Opere dal valore inestimabile, che conquistano gli sguardi dei visitatori e mostrano la perfezione dello stile pittorico dell’artista. Meravigliosi dipinti che sono spesso in tour all’estero, richiesti dai più grandi musei del mondo. Poterle ammirare a Viterbo è un privilegio, per i cittadini e per i turisti.

Sebastiano Luciani, veneziano del 1485 ca., fu pittore di rilievo già dalle sue prime opere di pubblica destinazione. Mostra inizialmente l’influenza di Giorgione, del Bellini e una certa monumentalità che verrà perfezionata in ambito romano.

Nel perfezionamento dello stile l’artista risente del forte influsso di Michelangelo; ricevette dal grande maestro disegni preparatori per varie opere, tra cui la Pietà. Un’influenza che accentuò la tendenza di Sebastiano verso la monumentalità compositiva ed il plasticismo delle figure.

Tra le opere più celebri spicca la Pietà (datata 1516-1517), un dipinto a olio su tavola di grandi dimensioni (225×260 cm). Nell’opera il bellissimo corpo di Cristo risalta dal contrasto con il sudario bianco. Pienamente compiuta appare la sintesi tra l’espressività delle figure umane, ispirata da Michelangelo, e l’uso del colore e del paesaggio tipicamente veneti. Nonostante il paesaggio lunare, con fini accordi cromatici, le figure principali sono illuminate frontalmente in maniera tradizionale.

Realizzata circa 10 anni più tardi rispetto alla Pietà, la Flagellazione di Cristo è un’altra notevole opera di Sebastiano del Piombo conservata al Museo Civico di Viterbo. Nel dipinto l’artista attua una riduzione del numero delle figure presenti sulla scena, sintetizzando così la complessa struttura architettonica del fondo. La concentrazione del pittore si rivolge completamente ai dettagli, ricercando una maggiore perfezione. Un’opera maestosa e solenne che lascia il visitatore piacevolmente sorpreso.

  

Altro dal sito...

Il Festival della Cultura dei Cimini per i più piccoli: le date delle letture nelle biblioteche comunali

Parte da oggi a Capranica la rassegna dedicata ai bambini: Annalisa Canfora e Chiara de Bonis racconteranno storie e novelle …

In Scena – Polo Museale del Lazio

Danza e teatro nei luoghi d’arte del Lazio  tanti gli appuntamenti nella provincia di Viterbo   Dal 6 luglio al 8 …

Giovedì 11 ottobre – Ore 21 – La sociara e la nora…La peste e la grangnola

Teatro Libreria Bistrot Caffeina via Cavour 9, Viterbo Giovedì 11 ottobre – Ore 21 La sociara e la nora…La peste …

Notte dell’Arpia – 21 Luglio

Sabato 21 Luglio 2018 Nella stupenda cornice del Castello Orsini e dell’Antica Celleno, una notte magica, la Notte …

Chiusura Parco comunale di “Prato giardino” causa neve.

Considerato che le copiose nevicate verificatesi e le temperature rigide causano pericolo per le gelate diffuse, nonché …

Tuscia Film Fest 2018: film, ospiti, programma ed eventi collaterali

Tuscia Film Fest 2018: Dal 6 al 15 luglio a Viterbo la quindicesima edizione della rassegna cinematografica   Paola …

Domenica 7 Aprile – “Tra Viterbo e Bagnaia c’è un tesoro”

“Tra #Viterbo e #Bagnaia c’è un tesoro”😍, sono queste le parole di Messer Pier Domenico Alberti, …

A Pratogiardino: donazione dello sportivo

Domenica 29 Aprile dalle 8 alle 13 a Prato Giardino Altro evento a Prato Giardino! In collaborazione con Avis Comunale Di …

Venerdì 24 Agosto alle ore 12 conferenza: Cene in piazza con i facchini

Venerdì 24 Agosto alle ore 12 presso la Sala del Consiglio di Palazzo dei Priori verranno presentate le Cene in piazza organizzate …