L’AMBASCIATORE DEL COSTA RICA RONALD FLORES VEGA INCONTRA IL SINDACO ARENA E L’ASSESSORE DE CAROLIS PER IL PROGETTO CULTURALE “SPAZIO, TEMPO E DIVERSITÀ”

L’AMBASCIATORE DEL COSTA RICA RONALD FLORES VEGA INCONTRA IL SINDACO ARENA E L’ASSESSORE DE CAROLIS PER IL PROGETTO CULTURALE “SPAZIO, TEMPO E DIVERSITÀ”

L’ambasciatore del Costa Rica in Italia Ronald Flores Vega ieri mattina a Palazzo dei Priori per incontrare il sindaco Giovanni Maria Arena e parlare del progetto culturale Spazio, tempo e diversità”. A fare gli onori di casa, insieme al primo cittadino, anche l’assessore alla cultura e al turismo Marco De Carolis. Presente, insieme all’ambasciatore, il curatore e ideatore del progetto culturale, l’artista Francisco Còrdoba.
L’incontro nella sala rossa del palazzo comunale fa seguito alla recente richiesta presentata dall’Ambasciata Costa Rica al Comune per realizzare a Viterbo il progetto “Spazio, tempo e diversità”, in occasione del bicentenario dell’indipendenza dei paesi del Centroamerica, che ricorre il 15 settembre 2021.
“Ieri ho avuto l’onore di conoscere l’ambasciatore del Costa Rica Ronald Flores Vega – ha sottolineato il sindaco Arena -. Viterbo, il prossimo settembre, sarà ben lieta di ospitare opere d’arte e installazioni in alcuni spazi aperti del nostro centro storico, tra cui anche il giardino di Palazzo dei Priori. Un progetto che parte da una riflessione sociale e culturale sulle diversità sociali, religiose e personali e sul modo in cui queste sono state trasformate in strumenti di emarginazione sociale. Un’iniziativa – ha concluso il sindaco Arena – che sono certo favorirà una serie di scambi culturali capaci di creare occasioni di promozione nazionale e internazionale per la nostra città”.
“Spazio, tempo e diversità è un progetto internazionale e itinerante dell’artista italo-costaricense Francisco Córdoba – ha spiegato l’assessore De Carolis – le cui opere sono state già esposte a Paestum, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, a Monaco e nei pressi di Lione. Un evento di grande valenza culturale, turistica e sociale a cui hanno già dato il patrocinio le ambasciate di Guatemala, Honduras, El Salvador, Nicaragua e Costa Rica”.
L’incontro si è concluso con uno scambio di doni tra il sindaco e l’ambasciatore.