LA VIA DEGLI ARTISTI

LA VIA DEGLI ARTISTI

A Viterbo torna la Via degli artisti

Il 2 e 3 ottobre, torna a piazza San Lorenzo la Via degli Artisti e accende nuovamente i riflettori sull’incredibile creatività dei talenti locali. “Il maestro Ivan Cusi, creatore del meraviglioso busto di papa Francesco, o Michele Telari, maestro dell’impressionismo metropolitano – spiega Giulio Della Rocca – sono esempi altissimi e vincenti ormai consolidati, ma esiste un’enorme fetta della popolazione che ama visceralmente l’arte in tutte le sue forme. È arrivato il momento di portare fuori dai laboratori e gli scantinati, dai garage e dalle soffitte i tantissimi artisti che dopo il lavoro “normale”, spesso di notte o nei rari momenti a disposizione, producono espressioni artistiche notevolissime.
La creatività del genere umano non ha limite e la Via degli artisti vuole offrire uno spazio festivo perché abbiano tutti, almeno per due giorni, un riflettore mediatico ed una cassa di risonanza nel luogo simbolo di Viterbo: la piazza del palazzo papale”. Veniamo al programma.
Dalle ore 16 di sabato 2 ottobre, col patrocinio del comune di Viterbo e in collaborazione con l’Istituto Orioli,  con la direzione artistica della professoressa Laura Principi, artisti in estemporanea, artisti di strada, musicisti classici, illusionisti, creativi di ogni genere e mille forme del genio umano saranno sotto gli occhi di tutti sia in piazza San Lorenzo che nelle vie del quartiere medievale. Spettacoli culturali, presentazione di libri e piccolo intrattenimenti musicale completano il programma.
Nella giornata di domenica, dalle 10 alle 20, l’arte torna in scena anche con il concerto di musica classica dell’orchestra Ars nova alle 16,30. Altre presentazioni di libri e di attività culturali completano le proposte.
“Novità di questa edizione – aggiunge Della Rocca – gli artisti di strada, lo spray painting dell’apetto dei ragazzi dell’Orioli e i fiori regalati agli abitanti di via San Lorenzo dal centro commerciale Tuscia cui vanno i ringraziamenti più sinceri per aver permesso di creare un’entrata trionfale alla manifestazione”.