Itinerario delle sette chiese

Itinerario delle sette chiese

Arrivando a Viterbo sentirete parlare del trasporto della Macchina di Santa Rosa, un momento magico che prende vita il 3 settembre di ogni anno. In quella occasione un centinaio di uomini, i Facchini di Santa Rosa, portano a spalla la Macchina di Santa Rosa, una struttura alta circa 30 metri per cinque tonnellate di peso!

Nel pomeriggio del 3 settembre i Facchini di Santa Rosa sfilano attraverso le vie della città durante il Giro delle 7 chiese. Per immergervi nell’atmosfera della festa di Santa Rosa potrete ripercorrere il famoso Giro delle 7 chiese.

La partenza non può che essere dalla cattedrale di San Lorenzo: parcheggiate l’auto a Valle Faul e prendete l’ascensore che vi condurrà proprio sulla piazza. La cattedrale di San Lorenzo, nel cuore del quartiere medievale, si trova sul Colle del Duomo, ritenuto il più antico nucleo della città di Viterbo e abitato fin dal tempo degli etruschi. Dedicate un po’ di tempo sia per ammirare la chiesa all’esterno, soffermando lo sguardo sul bellissimo campanile e sulle imponenti porte di accesso, che all’interno dove troverete preziose opere d’arte.

Il Giro delle 7 chiese prosegue lungo via San Lorenzo, per circa 200 metri, e fino alla chiesa di Santa Giacinta Marescotti. In questo luogo di culto riposa il corpo della santa, custodito dalle monache di clausura del monastero di San Bernardino.

La terza tappa del giro vi porterà in una delle chiese più antiche di Viterbo: la chiesa di Santa Maria Nuova. La potrete raggiungere in un paio di minuti e vi sembrerà di tornare indietro nel tempo. Questo luogo sacro fu riedificato nel XII secolo in forme romaniche, sul luogo di una preesistente costruzione di cui si hanno notizie a partire dal 1080. All’esterno la vostra attenzione verrà sicuramente catturata da un pulpito in pietra, presente sullo spigolo accanto alla facciata, risalente al Duecento e reso celebre dalle predicazioni di San Tommaso d’Aquino. All’interno troverete dettagli tipici dello stile romanico.

Attraversando il cuore della città, in direzione di piazza del Plebiscito, arriverete alla quarta tappa del Giro delle 7 chiese: la chiesa di Sant’Angelo in Spatha. Altro luogo storico della città, la cui fondazione risale ad un periodo compreso fra il 1078 e il 1088. All’esterno troverete una copia del sarcofago della Bella Galiana, mentre all’interno potrete ammirare pregevoli opere d’arte.

Preparatevi ora ad una bella passeggiata di circa 10 minuti per giungere alla quinta chiesa del famoso giro dei Facchini di Santa Rosa: la chiesa della Trinità. La struttura originaria risale al 1200 ed oggi si presenta come un’armonica fusione fra stile barocco e neoclassico. Un’imponente facciata accoglie i visitatori, mentre all’interno tante opere d’arte ed affreschi abbelliscono le pareti.

Per visitare la penultima chiesa percorrete 500 metri in direzione di piazza della Rocca ed arrivate alla chiesa di San Francesco. La struttura, in stile romanico e risalente al 1200, venne realizzata inizialmente ad aula unica e, successivamente, fu ampliata con l’inserimento di un transetto gotico.

Il Giro delle 7 chiese si conclude nella chiesa dedicata a Santa Rosa. La struttura fu riedificata nel 1850 sul luogo di un preesistente tempio di pertinenza delle monache Clarisse, per iniziativa del vescovo della città. Al posto dell’edificio attuale sorgevano una piccola chiesa ed un monastero, inizialmente intitolati a Santa Maria. Nell’antico complesso, di cui si ha notizia a partire dal 1235, nel 1258 papa Alessandro IV fece traslare il corpo di Santa Rosa.

Altro dal sito...

Esposizione canina “VII Trofeo Sandro Vignanelli”

“VII Trofeo Sandro Vignanelli” Speciale bassotti Gara cinofila amatoriale, aperta a tutti i cani con o senza …

Il chiostro longobardo della chiesa di Santa Maria Nuova

Nel caratteristico centro storico di Viterbo ogni angolo ha una storia da raccontare. Dei monumenti storici principali se …

Acquarossa – Percorso archeologico di Acquarossa

Acquarossa è il nome odierno, suggerito dalla vicina sorgente di acqua ferruginosa (già conosciuta come l’Acqua rossa), …