IL PERCORSO DI UN’ANIMA: DANTE E LA DIVINA COMMEDIA

IL PERCORSO DI UN’ANIMA: DANTE E LA DIVINA COMMEDIA

La Cultura al Centro – La Città del Tetraedro
presenta
Mercoledi 15 settembre ore 19
Il Percorso di un’Anima: Dante e la Divina Commedia
Di ABRAXA TEATRO
regia
Emilio Genazzini
con
Massimo Grippa, Alberto Brichetto, Lorenzo De Santis, Giulia Genazzini, Giorgia Lunghi, Silvia Ponzo, Mariano Viggia
DOVE:
Quartiere san Pellegrino Viterbo n. 49 “Eta Beta e il Papavaro”
Lo spettacolo è la realizzazione di un viaggio affascinante, con colori e toni molto differenziati tra le tre cantiche poeticamente descritte dall’Alighieri.
Un viaggio elaborato con un disegno drammaturgico tale da segnare un “percorso” con ritmi di azioni diversi e incalzanti, contraddistinte da forti contrasti, attuando le soluzioni sceniche ideate per superare le difficoltà inerenti a questo complesso compito di allestimento.
Il progetto della messinscena è originale: non si vuole rappresentare tutta la Commedia, ma si concentrerà volutamente solo su alcuni canti per arrivare a esprimere e a comunicare alcuni tra i valori più importanti narrati, qualcosa definibile come la quintessenza dell’opera anche per facilitare il pubblico a indirizzare l’attenzione sugli argomenti proposti.
INGRESSO RISERVATO AI SOCI CON GREEN PASS
Per poter assistere agli eventi della Rassegna – Teatro e Musica “La Cultura al Centro ” – necessita la registrazione al Circolo Culturale Tetraedro.
Se anche tu condividi gli stessi nostri scopi sociali: di promozione culturale, di formazione e crescita umana e di integrazione sociale, puoi fare richiesta d’iscrizione inviando i dati di ogni singolo partecipante.
-Nome e cognome
-Data e luogo di nascita
– indirizzo e città di residenza
All’indirizzo:
compagniatetraedro@gmail.com
o un msg whatsapp al 349 1591280
I dati, con la prenotazione, dovranno essere inviati entro 48 ore, prima dell’evento prescelto, non è possibile fare l’ iscrizione il giorno dell’evento,
ti manderemo una mail di conferma.
Per eventuali prenotazioni successive all’iscrizione, o per chi è in possesso della tessera degli anni precedenti, basterà inviare solo il nominativo dei partecipanti indicando l’evento prescelto sempre alla mail o al numero segnalato.
– capienza max 100 posti
– Tutti i locali che ospitano la Rassegna sono a norma :
PROTOCOLLO SICUREZZA SUL LAVORO – GESTIONE COVID-19
Grazie
Circolo Culturale Tetraedro
Il Concerto/spettacolo aprirà la Rassegna, inserita nel cartellone dell’Estate viterbese, “La Cultura al Centro“ dal 12 /9 al 31/10 per la direzione artistica di Francesco Cerra.
Un progetto nato da un’idea del Tetraedro A.P.S. e realizzato con il contributo della Fondazione Carivit e Comune di Viterbo.
Una manifestazione di elevato valore artistico che diventa anche momento di integrazione e inclusione grazie alla collaborazione con gli Enti e le Associazioni che lavorano con il mondo della disabilità.
L’evento si svolgerà nel complesso della parrocchia di Santa Maria Nuova, in Via San Pellegrino 49, concesso dal parroco Don Mario Brizi e dalla curia di Viterbo ed oggi riqualificato con l’attivazione dei centri estivi del progetto “Eta Beta e il Papavero”, realizzati dall’associazione Eta Beta ODV e dalla cooperativa Gli Anni in Tasca, in collaborazione con la TSMREE (Tutela Salute Mentale Riabilitazione Età Evolutiva) e UOSDA (Unità Operativa Semplice Disabile Adulto) della ASL di Viterbo e con l’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Viterbo.
Oltre ai tanti artisti che si esibiranno, tra i protagonisti delle serate ci saranno ragazzi con disabilità che frequentano il centro Eta Beta.
Alcuni di loro, dopo aver partecipato a un workshop sulla gestione degli eventi, saranno impegnati nella gestione della location e nell’accoglienza del pubblico; altri, con attestato HACCP, coadiuvati da chef ed operatori del settore, si occuperanno degli aperitivi e delle cene che accompagneranno gli eventi; altri ancora, infine, faranno parte di una delle compagnie teatrali che si esibiranno.
“‘La Cultura al Centro’ è un luogo non luogo, unico nel suo genere – inserito in una location davvero suggestiva, di giorno aperta per i laboratori e le attività diurne dei ragazzi, di pomeriggio e sera per godere insieme di aperitivi, cene, musica dal vivo e spettacoli“.