I quartieri medievali

I quartieri medievali

Il centro storico di Viterbo, nonostante i numerosi interventi che nei secoli si sono succeduti, ha conservato un’unità architettonica ed un impianto urbanistico tipico del XIII secolo.

Ogni piazza, palazzo nobiliare e chiesa conserva tracce della fase medievale. Nell’area di San Pellegrino si notano ovunque stemmi che rimandano alle principali famiglie nobili viterbesi, dai Gatti agli Alessandri, dai Di Vico ai Farnese.

Un itinerario suggestivo parte da uno degli scorci più fotografati di Viterbo: via San Pellegrino e la bellissima piazza. Uno scenario talmente sorprendente che avrete l’imbarazzo della scelta su cosa fotografare. Ad attirare la vostra attenzione ci penseranno sicuramente il Palazzo degli Alessandri e l’antica Torre.

Palazzi realizzati in pietra, archi, stradine strette ed eleganti logge vi guideranno verso un passato che vedeva Viterbo al centro di una vita politica e religiosa molto intensa. Le famiglie nobili, che abitavano in questi luoghi, hanno lasciato le testimonianze della loro vita. Un centro che si è mantenuto intatto nei secoli, corredato da bellissime piazze, come piazza San Carluccio, piazza San Lorenzo e piazza del Gesù, e arricchito da eleganti fontane, come quella in piazza della Morte.

Infine, dopo aver perlustrato tutti gli angoli del quartiere San Pellegrino, attraverso il Ponte del Paradosso, spostatevi al quartiere Pianoscarano, dove le caratteristiche costruzioni in pietra continueranno ad essere le protagoniste indiscusse delle vostre foto.

 

Altro dal sito...

Gabriele D’Annunzio e Maria Hardouin

Venerdì 6 aprile alle ore 17,30 presso la sala CE.DI.DO, al piano terra del Palazzo dei Papi, in Piazza S. Lorenzo 6/ …

Gli illustratori Luzi e Pastori espongono al Museo Colle del Duomo

Da sabato 21 aprile a domenica 6 maggio il Museo Colle del Duomo di Viterbo ospita SMORFIE, mostra delle opere degli illustratori …

Convegno sui musei del Lazio

Il Convegno “Identità, Funzione, Attività e Prospettive dei Musei Civici, Diocesani e di Interesse Locale del Lazio” …