I dolci di Carnevale: le Castagnole

I dolci di Carnevale: le Castagnole

C’è chi le chiama Castagnole, chi Struffoli (o Strufoli), in ogni caso il dolcetto in questione è sempre lo stesso: una soffice pallina di pasta dal sapore unico! Insieme alle Frappe, ed ai Ravioli con la ricotta, rappresentano i dolci di Carnevale della tradizione viterbese.

Un dolce dalle origini lontane, tramandato di generazione in generazione, composto da ingredienti semplici come lo zucchero, le uova, la farina. Ad aggiungere un tocco in più di sapore ci pensa la nota alcolica, c’è chi mette l’Alchermes, e rende coloratissime le Castagnole, chi preferisce il Rum. Il risultato è un dolce che non smetteresti mai di mangiare, le Castagnole sono come le ciliegie, una tira l’altra.

Nella ricetta tradizionale le Castagnole vengono fritte e servite con una spolverata di zucchero a velo. Nelle versioni più moderne è facile trovare varianti dove le Castagnole vengono farcite con cioccolato o con crema pasticcera, classica o aromatizzata al limone o all’arancia.

Approfittate della vostra gita a Viterbo per assaggiare le Castagnole in tutte le loro varianti, le potrete trovare nelle pasticcerie e nei forni della città.