Festa di Santa Rosa – Il Giro delle sette chiese

Festa di Santa Rosa – Il Giro delle sette chiese

Il pomeriggio del 3 settembre rappresenta per i Facchini di Santa Rosa un passaggio molto delicato ed emozionante. Per prepararsi ad affrontare al meglio il trasporto della Macchina, che si svolge ogni anno il 3 settembre dalle ore 21, i Facchini eseguono un rituale chiamato il Giro delle sette chiese. Un’occasione per pregare, meditare e rendere omaggio ai santi venerati nelle chiese della città.

Un pomeriggio ricco di emozioni e suggestioni, non soltanto per i Facchini, ma anche per le migliaia di persone che aspettano il passaggio del Sodalizio. Una marcia scandita dalle note della banda musicale ed applausi prolungati caratterizzano le ore pomeridiane del 3 settembre.

 

Le tappe del Giro delle sette chiese:

1° chiesa: il Giro inizia dalla cattedrale di San Lorenzo, dove viene anche scattata la tradizionale foto di gruppo.

2° chiesa: chiesa di Santa Giacinta Marescotti, percorrendo via San Lorenzo i Facchini arrivano a piazza della Morte per rendere omaggio a Santa Giacinta Marescotti, il cui corpo è custodito dalle monache di clausura del monastero di San Bernardino.

3° chiesa: visita alla chiesa di Santa Maria Nuova, tra le più antiche di Viterbo.

4° chiesa: i Facchini arrivano alla chiesa di Sant’Angelo in Spatha, la cui fondazione risale ad un periodo compreso fra il 1078 e il 1088.

5° chiesa: il Sodalizio giunge alla chiesa della Trinità, dopo una breve sosta davanti al monumento al Facchino ed al Sacrario dei caduti delle Guerre mondiali.

6° chiesa: all’interno della chiesa di San Francesco i Facchini rinnovano il patto d’amore verso Santa Rosa.

7° chiesa: il Giro si conclude nella chiesa dedicata a Santa Rosa dove il Sodalizio dei Facchini rende omaggio al corpo incorrotto della santa. Dopo aver ricevuto dalle suore Clarisse una piccola immagine benedetta, la preghiera del vescovo chiude il Giro delle sette chiese.