Ferento: un sito ricco di storia

Ferento: un sito ricco di storia

Organizzare una gita a Ferento significa fare un viaggio nella storia e comprendere meglio le origini di questi territori.
Il sito archeologico, a circa 8 km dal centro di Viterbo, raggiunge l'apice del suo splendore nell'età augustea. Ma la storia di questa zona ha origini molto antiche. La città etrusca di Ferento sorge nel IV secolo a.C. sul colle tufaceo di Pianicara, tra i torrenti Vezzarella e Acqua Rossa. Cinta da mura a blocchi, ha un impianto regolare e l'asse principale è costituito dal tratto urbano della Via Ferentiensis.

La città attraversa varie fasi, prima colonia graccana e poi municipio, il maggiore sviluppo urbanistico si ritrova in età augustea, con la costruzione di un teatro, un anfiteatro, il Foro, l'Augusteo. Al II secolo d.C. risalgono la costruzione delle terme e i rifacimenti edilizi relativi al teatro.
Intorno alla città di Ferento si estendono le necropoli antiche, con numerose tombe a camera a pianta irregolare. L'abitato di Ferento, ridotto a piccolo castello, fu distrutto dai Viterbesi nel 1172.

Oggi, dei trenta ettari sui quali si estendeva l’antica città di Ferento, prima romana e poi medievale, è possibile visitare una parziale, ma significativa area comprendente, oltre il famoso teatro, le antiche terme, il decumano (tratto urbano della Ferentiensis) e, dopo un recente intervento, anche la “domus” che era composta da 21 stanze.
La città di Ferento è famosa per aver dato i natali all’imperatore Marco Salvio Otone, che regnò nel 69 d.C., nonché a Flavia Domitilla, moglie dell’imperatore Vespasiano e madre di Flavia Domitilla Minore, Tito e Domiziano, questi ultimi entrambi imperatori di Roma.

Altro dal sito...

La Mela di AISM scende in piazza

Sostieni la ricerca, dona al 45512 Alla Cittadella della salute Asl Viterbo il 4 e 5 Ottobre con Alberto Mezzetti vincitore …

Compagnia Teatrale Favl Viterbo‎ – Sogno Di Una Notte Di Mezza Estate

Domenica 25 Novembre alle ore 18 all’auditorium Unitus – Teatro FITA, è di scena: Sogno di una notte di mezza estate …

Teatro dell’Unione – Le Bal – “L’Italia balla dal 1940 al 2001”

sabato 24 novembre ore 21.00 LE BAL “L’Italia balla dal 1940 al 2001” da LE BAL, una creazione del Théâtre du Campagnol …