Colazione di Pasqua viterbese

Colazione di Pasqua viterbese

La mattina di Pasqua a Viterbo si celebra, in ogni casa e su ogni tavola, un rituale antico: la Colazione di Pasqua viterbese. Una tradizione lontana a cui nessuno sembra voler rinunciare, tantomeno le nuove generazioni. E così questo antico rituale gastronomico, tramandato di generazione in generazione, è arrivato fino ai nostri giorni.

Se avrete la fortuna di fare colazione a Viterbo il giorno di Pasqua potrete godere di uno spettacolo raro, che farà letteralmente esplodere i vostri sensi. La vista sarà appagata da una tavola imbandita con tante pietanze diverse, inusuali nella classica colazione italiana, e – alcune – tipicamente locali. Il vostro olfatto verrà stuzzicato da profumi che ricordano i fiori di arancio e la cannella, mentre il gusto sarà il protagonista indiscusso.

Per iniziare questa giornata di festa cosa c’è di meglio di una bella fetta di Pizza di Pasqua? Nella Tuscia, così come in altre zone del centro Italia, è la regina del prodotti pasquali. La forma incuriosisce, ma non fa subito pensare al gusto. Appena si avvicina il dolce alla bocca l’olfatto percepisce immediatamente un profumo inconfondibile, frutto di una miscela segreta di aromi (solitamente arancia, vaniglia, anice o cannella). L’antico rito della Colazione di Pasqua viterbese suggerisce di abbinare la Pizza di Pasqua al capocollo o al salame corallina, entrambi prodotti tipici della Tuscia. Un’esplosione di sapori che farà gioire anche i palati più ricercati.

Se non amate i piatti salati a colazione gustate una bella fetta di Pizza di Pasqua con il cioccolato, fondente o al latte, delle uova di Pasqua ma – fate attenzione – potrebbe diventare una piacevole dipendenza!

Infine, il rito della Colazione di Pasqua viterbese non finisce qui, sulla tavola troverete anche un must della colazione intercontinentale, le uova sode. La tradizione vuole che i gusci vengano decorati dai bambini, per una tavola colorata e festosa.